Realizzazioni

nuova-003.gif

I CEREALI

Seguendo il nostro intento di farvi conoscere qualche prodotto biologico, ecco che vi presentiamo i prodotti di un’azienda agricola da cui ci serviamo per noi e la nostra famiglia che coltivano in modo biologico.


Se si vuol mangiare sano è importante che quello che mangiamo sia coltivato in modo il più possibile naturale, senza residui di pesticidi, erbicidi e concimi di sintesi derivanti dall'industria petrolchimica proprio come l'agricoltura biologica.
Se si vuole seguire una dieta varia  bisogna mangiare diverse specie di cereali (riso, grano, farro, orzo, segale, mais, miglio, avena) e nelle diverse varietà.


Il farro : il cereale  e la pasta
Il farro è il cereale da cui è nato il frumento. Era il cereale degli antichi romani. E’ tuttora rivalutato per il suo prezioso contenuto di proteine e Sali minerali..
Recenti ricerche sul farro hanno messo in luce le grandi proprietà di questo cereale particolarmente adatto a depurare l’organismo e a ripristinare le normali funzioni dell’intestino, uno dei principali organi bersagliati dall’alimentazione “chimica”.
E’ il cereale base per le persone malate, gli sportivi e i bambini.
il farro è ricco di proteine, sali minerali (ferro, sodio, fosforo, calcio),
vitamine A-B-C-E, carboidrati.
E' dotato di eccellenti proprietà dietetiche, fornisce un senso di sazietà e ritarda lo stimolo della fame.
E’ adatto a coloro che svolgono attività fisica, perché il suo contenuto di carboidrati consente di mantenersi leggeri e di avere allo stesso tempo una buona dose di energia, migliorando la resa agonistica.
E’ un elemento altamente digeribile.
E’ un alimento ricco di fibre che svolge  un’azione benefica per l’apparato digerente, regolarizza la flora intestinale e a combattere i problemi di stipsi.
Il farro si presta alla panificazione e alla preparazione di dolci. Il chicco può essere cucinato al posto della pasta o del riso, nei minestroni di verdura, nei passati e come base per insalate fredde.

L’ orzo
Non tutti conoscono le benefiche proprietà dell’orzo, una delle piante più ricche di preziose componenti tra quelle coltivate dall’uomo e anche più antica, basti pensare che questo cereale era già presente sulle tavole dell’Antica Grecia.
L’orzo è una sostanza utilissima per garantire il benessere dell’organismo, è particolarmente digeribile e molto salutare: è ricco di silicio, fondamentale per il sistema nervoso, e di zucchero.
I suoi chicchi sono pieni di vitamina B1 e vitamina E, contengono proteine e carboidrati e sono una preziosa riserva di fosforo: ciò rende questo cereale indicato per chi svolge attività intellettuale e per tutti i soggetti particolarmente nervosi.
Ma i vantaggi non finiscono qui, soprattutto per le donne: l’orzo contiene piccole quantità di estrogeni vegetali, utili per prevenire il tumore al seno e combattere alcuni dei disturbi caratteristici della menopausa.

Il riso
Il riso è un cereale della famiglia delle graminacee alla base della dieta di molte popolazioni. Soltanto in Italia si coltivano più di cinquanta varietà di riso, diverse per forma (chicchi corti o lunghi), dimensione (piccoli o grossi) e contenuti (glutinoso, integrale, brillato, parboiled). La culla della civiltà del riso è l'Asia!
Il riso aiuta a eliminare adipe e gonfiori.
Il riso è un alimento rinfrescante, disintossicante e ha un effetto blandamente astringente (se brillato) oppure di stimolo all'evacuazione intestinale (se integrale, e perciò più ricco di fibre). Le caratteristiche delle sue proteine verdi (povere di tossine e prive di glutine) fanno sì che il riso possa essere consumato senza controindicazioni anche da chi soffre di intolleranza al glutine (celiachia) e di alcune malattie renali; per la sua azione blandamente ipotensiva e diuretica è consigliato anche nelle malattie cardiache, nell'ipertensione, negli edemi e nelle cirrosi epatiche. Per la sua alta digeribilità, il riso non affatica lo stomaco ed è quindi l'alimento ideale per chi teme la sonnolenza dopo il pasto. Adatto pertanto a chi deve mettersi in viaggio o deve riprendere il lavoro subito dopo aver mangiato.

Il riso in cucina
Il riso viene utilizzato sotto forma di chicco, per primi piatti come risotti, zuppe e minestre, oppure come ingrediente di verdure ripiene, torte dolci o salate, sformati, insalate ecc.; per preparare risotti, antipasti, contorni e dolci.
Tutto quello che devi sapere sul riso integrale
•    Kcal/100 g: 357
•    Grassi: 2,8 g
•    Proteine: 6,7 g
•    Glucidi: 81,3 g
•    Fibre: 3,8 g
•    Colesterolo: 0
•    Vitamine: tiamina (vit. B1) 0,59 mg; riboflavina (vit. B2) 0,07 mg; niacina (vit. B3) 5,30 mg; acido folico (vit. B9) 49,00 mcg;  betacarotene 0 mcg; vit. C 0 mg.
•    Sali minerali: sodio 3 mg; potassio 250 mg; ferro 1,4 mg; calcio 10 mg; fosforo 310 mg; zinco 1,8 mg.
•    Perché ti fa bene: il riso integrale è indicato nelle diete dimagranti perché, a pari quantità, dà un senso di appagamento della fame superiore a quello degli altri cereali; è utile in caso di stanchezza psicofisica, uricemia, disturbi renali, malattie cardiache, epatiche e intestinali.  
Alcuni tipi di riso e loro caratteristiche :
Riso basmati : a basso apporto di grassi. Tra tutte le varietà di riso è quella che contiene meno lipidi. È ben digeribile e ideale come contorno, al posto del pane.
Riso nero selvatico : ricco di proteine. Cresce nel Nordamerica e si ricava dal seme di una pianta acquatica (Zizania aquatica). Ha un altissimo contenuto proteico (doppio di quello del riso comune) ed è indicato in caso di colite e gastrite.
Riso bianco classico : utile in caso di diarrea. È carente di vitamine e minerali; è invece ricco di amido, che lo rende astringente, aiuta a combattere diarree e fermentazioni intestinali.
Riso rosso : riduce il colesterolo. A chicco lungo o corto, è il riso ideale per chi vuole mantenere pulite le arterie.
Riso integrale : aumento il senso di sazietà. Indicato per chi desidera perdere peso e in caso di stitichezza.